Tu sei qui

Samsung Galaxy Chat GT-B5330 - Come ottenere i privilegi di root

Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2015

Android è un sistema operativo "chiuso" e commerciale rispetto a GNU/Linux, non c'è nemmeno paragone tra la libertà che un utente ha quando installa nel proprio computer GNU/Linux e quando invece deve usare Android nel proprio smartphone: è come essere su due pianeti diversi. GNU/Linux permette un controllo completo del proprio computer e una possibilità totale di studio e di modifica del sistema operativo, nel rispetto delle quattro libertà fondamentali garantite dalla licenza GNU/GPL, inoltre il software installabile dai repository è normalmente libero e gratuito; Android, invece, è un sistema operativo che concede poche libertà all'utente e nel quale le applicazioni, sia gratuite sia a pagamento, difficilmente sono studiabili, configurabili e modificabili dall'utente: solitamente l'utente non ha alcun accesso al codice sorgente delle applicazioni, né può controllare le attività che esse eseguono (pubblicità, raccolta di informazioni sull'utente, ecc.). Google  gestisce un market delle applicazioni al quale gli sviluppatori, per avere il diritto di accedervi, devono pagare una quota di iscrizione e sottostare alle regole decise da Google: una cosa del genere è totalmente incompatibile con la filosofia del software libero. Potrei citare il caso di Adblock, che è stato escluso dal Google Play (cioè dal repository delle applicazioni) perché Google non vuole interferenze nel suo business di vendità di pubblicità (si legga la notizia). Comunque è possibile rendere Android un po' più "aperto" grazie ad una procedura denominata rooting.

Eseguendola, si acquisiscono permessi di amministrazione tali da consentire l'esecuzione di applicazioni e di operazioni che normalmente non funzionerebbero su Android. I vantaggi sono molteplici: ci sono molte applicazioni, come il sopra citato AdBlock per Android, che funzionano bene soltanto disponendo dei permessi di root.

Quanto segue è un report dei passaggi che ho eseguito per ottenere i privilegi di root sul mio Samsung Galaxy Chat GT-B5330, basandomi sul video qui sotto linkato. Nel video non vengono specificati alcuni dettagli importanti, che ho invece annotato nella lista dei passaggi eseguiti. Per eseguire le operazioni seguenti, è necessario un pc con Windows 7 o Windows 8, purtroppo non è possibile usare Linux.

Prima di tutto, alcuni link utili:

Nota: su alcune macchine, per far funzionare il driver, bisogna entrare nel registro di Windows, andare alla voce:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Contro l\Class\{EEC5AD98-8080-425F-922A-DABF3DE3F69A}\
e cancellare la voce "UpperFilters", poi staccare e riattaccare il telefono alla porta USB

Ecco i passaggi:

  1. Abilitare il debug mode nel telefono (nel video non viene detto, ma va fatto da Impostazioni > Opzioni Sviluppatore)
  2. Scaricare il file TOOL ROOT GALAXY CHAT GT-B5330.rar
  3. Estrarre i file in esso contenuti in un'apposita cartella, ad es. "TOOL ROOT GALAXY CHAT GT-B5330"
  4. La prima cosa da fare è trasferire il file "Galaxy_chat_Root.zip" nella SD card esterna (nella directory principale, in modo che sia facilmente accessibile tramite il Recovery Mode)
  5. Estrarre ed aprire il file "GT-B5330 + PIT.rar", nel quale c'è la cartella "Odin307": eseguire come amministratore il programma "Odin3 v3.07.exe"
  6. Mettere il Samsung GT-B5330 in modalità "Downloading mode": spegnere il telefono, premere il pulsante "Volume Down" (quello per abbassare il volume) e, lasciandolo premuto, premere il pulsante di accensione del telefono. Comparirà la schermata: "A custom OS can cause critical problems in your phone and installed applications. ecc."
  7. Premere il pulsante "Volume Up" (quello per alzare il volume)
  8. Connettere il telefono al cavo usb
  9. Se Odin non ha riconosciuto il proprio telefono (controllare ID:COM, si veda il video) , allora seguendo i link nella guida http://www.androidgalaxys.net/guide-samsung-galaxy-s/guida-odin-come-installare-un-firmware/ è possibile scaricare:
    • versione aggiornata di Kies
    • versione aggiornata del driver
    • versione aggiornata di Odin 
  10. Per fare riconoscere il mio telefono ho dovuto provare vari passaggi, alla fine ho risolto così (con Windows 8):
    • Installazione driver e Kies e riavvio computer
    • Connessione del telefono via usb in modalità normale
    • Apertura di Odin3 scaricato da: http://www.mediafire.com/download/b8w1on8pwd11yby/Odin+v3.09.zip - il dispositivo è riconosciuto
    • Spegnimento telefono lasciando il cavo usb connesso e Odin aperto
    • Accensione del telefono in modalità "Downloading mode"
    • Odin riconosce di nuovo il telefono con un diverso ID:COM, ma continua a visualizzare anche l'ID:COM precedente
    • Chiudo e riapro Odin: ora ci siamo, ha riconosciuto correttamente il telefono nel Downloading mode
  11. Estrarre il file "recovery.tar.md5" contenuto in "recovery.zip" e copiarlo nel desktop
  12. In Odin, disabilitare "Auto reboot" (questo nel video non viene detto, ma è fondamentale) e cliccare su "AP" (nel video si vede che viene fatto click su "PDA", è la stessa cosa) e selezionare il file "recovery.tar.md5" precedentemente copiato
  13. ATTENZIONE: nel passaggio seguente, dopo aver completato la copia, rimuovere il cavo usb il più velocemente possibile e premere "Volume Up" e "Power button" per riavviare il telefono in modalità "recovery mode". Questo è un passaggio delicato e fondamentale: se non viene eseguito correttamente, ovvero se il telefono viene riavviato in modalità normale, bisogna ripetere tutti i passaggi (vedere video se questo punto non è chiaro).
  14. In Odin, cliccare su Start e guardare lo schermo del telefono: appena il download è completato, staccare il cavo
  15. Entrare immediatamente nel recovery mode: Volume Up e Volume Down servieranno per scegliere l'opzione voluta e il tasto home per selezionarla (se il tasto home genera una schermata di errore, rileggere i punti 12 e 13)
  16. Bisogna selezionare "Apply update from SDCard" e premere home. ATTENZIONE: se l'opzione "Apply update from sdcard" non è presente e al suo posto c'è "Apply update from exter" e se invece del tasto "home" viene richiesto di premere il tasto "Power", allora è stato sbagliato qualcosa: rileggere i punti 12 e 13.
  17. Selezionare il file "Galaxy_chat_Root.zip" (precedentemente copiato al punto 4). Se dà errore "Signature verification failed", rileggere i punti 12 e 13.
  18. Selezionare "reboot system now" e premere "home" per riavviare il telefono
  19. Durante l'avvio, comparirà la scritta "Aggiornamento sistema operativo Android": non bisogna fare nulla, basta attendere la fine dell'avvio
  20. Rooting finito. Nelle applicazioni installare, comparirà "SuperSU". Per verificare che il telefono sia effettivamente "rooted", basta installare da Google Play "Root checker": come sarà possibile vedere, un'app non avrà automaticamente i permessi di root, prima bisogna concederglieli quando richiesto (questo sono le impostazioni predefinite di SuperSU)
  21. Adesso è possibile fare molte cose in più con il telefonino...

Buon hacking a tutti,
Francesco Galgani

Classificazione: