Tu sei qui

Codename One: eccellente per sviluppo mobile multi-piattaforma (Android, iPhone, Web-App, ecc.)

Buy me a coffeeBuy me a coffee
Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2019

In un mio precedente articolo dedicato a "Linee guida di base per la gestione della complessità in un progetto software", ho citato Codename One come un'eccellente scelta lato client per la massima compatibilità multi-piattaforma nello sviluppo di applicazioni mobili.

Per tanti motivi tecnici ed umani, considero Codename One come il migliore strumento per sviluppare per Android, per iPhone (e quindi iOS), per applicazioni web (web-app basate su javascript). Ciò non toglie che lo stesso identico codice scritto in Java con Codename One funzioni anche su altre piattaforme su cui non ho esperienza diretta (ad es. Windows Phone, applicazioni desktop per Windows e per MacOs, ecc.).

Per sviluppare con Codename One esiste un'ampia documentazione sul sito di riferimento, oltre a corsi veri propri nella Codename One Academy, che partono dalle basi sino ad arrivare allo sviluppo di applicazioni complete (lato client e lato server) tipo Facebook, Uber, Whatsapp, ecc. Tutti i corsi in questione, comunque, presumono una conoscenza di base di Java e un minimo di cognizione di come si struttura un progetto software: nulla di eccezionale, ma un po' di basi sono necessarie.

Uno di questi corsi è disponibile anche come e-book e come libro cartaceo, sul sito: https://uber.cn1.co/, in cui potete leggere anche un mio feedback nella sezione in basso "Testimonials".

Stando così le cose, mi pare superfluo aggiungere spiegazioni tecniche su qualcosa che è già abbondantemente documentato sicuramente meglio di quanto io possa fare. Ciò non toglie che in futuro, tempo permettendo, io possa realizzare dei corsi per lo sviluppo di applicazioni mobili per chi proprio parte da zero: in passato, nell'arco degli anni, ho fatto varie docenze in ambito informatico e sono state tutte esperienze positive e soddisfacenti, soprattutto in occasione dei LinuxDay.

Il motivo per cui sto scrivendo questo articolo è che Codename One, paradossalmente, nonostante le eccellenti opportunità che semplificano la vita a noi sviluppatori, offrendo una piattaforma di sviluppo molto leggera, integrata con un plugin negli IDE più comuni (Netbeans, Eclipse, IntelliJ Idea), con un tempo di sviluppo e di apprendimento significativamente inferiore rispetto a quei mattoni come Android Studio o XCode, è relativamente poco conosciuto. Il mio invito è: "Usatelo e spargete la voce!".

Dal mio punto di vista, le persone che hanno creato Codename One e che continuano a svilupparlo attivamente sono geniali e molto disponibili. In tanti anni di informatica, in cui mi sono dovuto confrontare con il supporto tecnico di varie aziende piccole e grandi (da piccole software house sino a giganti come Apple e Google, da piccoli servizi di hosting sino a grandi server farm, da piccole realtà locali sino ad aziende internazionali), non ho mai incontrato così tanta attenzione, competenza, velocità di risposta, tempestiva correzione di bugs da me segnalati (spesso il giorno stesso, specialmente quando sono riuscito a segnalarli con "test case" molto precisi) e aggiunta di nuove funzionalità da me richieste (anche obiettivamente complesse) come con Codename One. Da questo punto di vista, la qualità del supporto tecnico di Codename One è superiore ad ogni altra che io abbia sperimentato e di gran lunga migliore di ogni mia ragionevole aspettativa basata sulle mie precedenti esperienze. I principali canali di comunicazione con il supporto tecnico di Codename One sono StackOverflow (per dubbi su come scrivere il codice) e GitHub (per segnalare bug della piattaforma o per RFE, che significa "request for enhancement", cioè richieste di miglioramenti o aggiunte di funzionalità).

Il codice sorgente delle API di Codename One è open-source (licenza GPL v.2), il che costituisce un grosso vantaggio in fase di sviluppo: spesso vado a curiosare nei sorgenti per meglio rendermi conto di come il mio codice andrà a interagire con quello di Codename One. Non solo: lo sviluppo è aperto a chiunque abbia voglia e competenza per contribuire. Io stesso ho inviato alcune PR (pull request) per aggiungere alcuni importanti funzionalità (come segnalato nelle pagine qui elencate), cioè codice scritto da me che è stato prontamente analizzato e discusso prima di essere integrato in Codename One. E' possibile contribuire anche pubblicando estensioni per Codename One: se guardate nella lista, ne troverete anche una scritta da me. Le estensioni, diversamente dalle API ufficiali, non sono direttamente supportate dal team di Codename One (salvo alcune) e non necessariamente sono funzionanti con tutte le piattaforme ufficialmente supportate da Codename One, ma spesso con un sottoinsieme di esse.

In sintesi, i soldi investiti su Codename One sono soldi investiti bene. Il costo di questo tipo di piattaforma è variabile, si va da account gratuiti sino ad account enterprise: dipende dal tipo di esigenze.

Un mio speciale ringraziamento va a Shai Almog e Steve Hannah per l'eccellente supporto finora ricevuto.

Francesco Galgani,
9 maggio 2019

 

Classificazione: