Tu sei qui

Presentazione del blog

Porgere un fiore«Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario» (Pier Paolo Pasolini). «Se la libertà significa qualcosa, significa il diritto di dire alle persone ciò che non vogliono sentire» (George Orwell). Ispirato da questi due aforismi, scrivo nel mio blog ciò che nasce dal mio pensiero (o che altri hanno scritto e che ha catturato la mia attenzione). Non ho mai l'intenzione di urtare la sensibilità di qualcuno, specialmente quando tocco temi delicati o comunque opinabili.

A volte cerco di fare informazione meglio che posso, altre mi limito ad esprimere opinioni (di solito argomentandole), altre ancora lascio semplicemente che il mio pensiero viaggi, ma in ogni caso cerco di essere me stesso.

Questa è anche la ragione principale per cui ho rifiutato tutti gli (ormai numerosi) inviti a pubblicare news o articoli per conto di altri: mi è stato anche offerto denaro, ma ho continuato a rifiutare. Queste tecniche di marketing, forse popolari nel mondo dei blogger, non mi piacciono. In generale, non mi piace proprio la pubblicità commerciale, infatti non la trovate in nessuno dei miei siti web.

Tornando a ciò che scrivo: io non ho alcuna verità, io posso sbagliarmi, so di non sapere, mi piace riflettere sulle cose e cercare di capire, con i miei limiti e con le mie possibilità. Le mie idee e le mie convinzioni possono cambiare nel tempo, non cerco di convincere nessuno delle mie idee, al massimo quel che provo a fare è di migliorarmi come essere umano.

Ciascuno di noi è prezioso, non vorrei mai che la divergenza di opinioni o di credo fosse motivo di odio.

«Avvolgere ogni cosa
con un mantello d'Amore
è l'unica strada
per un mondo migliore».

Un sincero "Grazie!" a tutti i miei lettori,
Francesco Galgani,
10 settembre 2017


Donare sangue - AVIS solidarietà

Emergenza sangue in estate: affrontiamola donando di più!

Oggi 14 giugno 2017 è la Giornata mondiale del donatore di sangue: proprio oggi io e la mia amata compagna abbiamo donato, con tanta felicità, speranza e convinzione in quest'azione di cui c'è tanto bisogno, soprattutto d'estate. E tu?
Se non hai mai donato, informati e provaci: se stai bene, dando un po' del tuo sangue permetterai anche ad altri di stare bene.
La prima donazione è sempre accompagnata da paure, ma è normale che sia così. La "prima volta che..." è un momento fondamentale delle nostre vite, come quando abbiamo aperto gli occhi, siamo andati per la prima volta in bicicletta senza rotelle, abbiamo dato il primo bacio. E dopo la prima volta, inizia qualcosa di nuovo :)))

Prima donazione di sangue - Avis


Per la Pace, per un mondo dove vivere tutti meglio, c'è bisogno di te!

Leggi o ascolta la Proposta di Pace:
La solidarietà globale dei giovani annuncia l'alba di un'era di speranza :-)))


Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario

If liberty means anythinh at all, it means the right to tell people what they do not want to hear.
[Se la libertà significa qualcosa, significa il diritto di dire alle persone ciò che non vogliono sentire.]

Queste sono parole che George Orwell scrisse nel 1945 in un breve saggio, The Freedom of the Press [La libertà di stampa], che rimase censurato per ben 27 anni.
Oggi queste parole risuonano come campane che ci ricordano che l'Italia, attualmente, non è uno Stato di Diritto, perché esiste la censura (come nel caso del documentario Vaxxed), perché è punita severamente la libera espressione di un'opinione seria e ragionata (come nel caso del dott. Roberto Gava, radiato per legittime espressioni di pensiero e di scienza), perché la classe politica e mediatica, asservita alle multinazionali, addirittura vorrebbe una sorta di Ministero della Verità che decida per tutti che cosa è vero e che cosa è falso, allo scopo di contrastare la libertà di manifestazione del pensiero in Rete.

Questa è la situazione, eppure sono sicuro che un mondo diverso è possibile. Io ci credo, e continuo a scrivere. Ma ognuno deve fare la sua parte, ogni giorno è il giorno giusto per dare il nostro contributo per un mondo migliore.

Francesco Galgani,
23 aprile 2017



«Prima odiavo il mio vicino perché non credeva in ciò in cui io credevo. Adesso il mio cuore è un tempio, una chiesa, una sinagoga. [...] La mia religione è l’amore, e dove c’è l’amore ci sono io.» (Ibn ʿArabī di Murcia, mistico sufi e poeta arabo, fonte della citazione)


Il segreto della pace: condividiamo i semi migliori! :-)

Un imprenditore agricolo, di scarsa cultura, partecipava tutti gli anni alla principale fiera agricola della sua città. La cosa più straordinaria è che ogni anno vinceva il trofeo al concorso del Mais dell'anno. Entrava con il suo mais alla fiera e usciva con la fascia azzurra sul petto. Il suo prodotto era ogni anno migliore del precedente. Una volta, un giornalista lo intervistò dopo la consueta cerimonia e rimase affascinato dal metodo che l'uomo usava per ottenere il suo prodotto di qualità. Scoprì che l'agricoltore condivideva buona parte dei semi migliori della sua piantagione di mais con i vicini.
«Perché condivide i semi migliori con i vicini - gli chiese - visto che competono direttamente con lei?»
«È semplice! - rispose l'agricoltore. - Il vento raccoglie il polline del mais maturo e lo porta di campo in campo. Se i miei vicini coltivassero mais più scadente del mio, l'impollinazione peggiorerebbe continuamente la qualità del mio prodotto. Se voglio ottenere un buon mais, devo aiutarli a coltivare il meglio, offrendo loro i semi migliori».
E aggiunse: «Capisce che siamo tutti importanti e che per vivere bene dipendiamo gli uni dagli altri? Spero che anche lei possa aiutare i suoi vicini a coltivare sempre i semi migliori, il mais migliore e le migliori amicizie».
La morale di questa breve storia è che chi sceglie la pace deve far sì che i suoi vicini siano in pace. Quelli che vogliono vivere bene devono aiutare gli altri a trovare la felicità, poiché il benessere di ciascuno è connesso al benessere di tutti.

Queste sono parole di Pérez Esquivel, premio Nobel per la pace nel 1980, tratte dal libro: "La forza della speranza - Riflessioni sulla pace e i diritti umani nel terzo millennio", scritto insieme al maestro buddista Daisaku Ikeda, suo grande amico. Un estratto del libro si trova nell'articolo "La pace non è un regalo, siamo noi a costruirla".



L'ITALIA VUOLE E INCITA LA GUERRA CON EXPORT ARMI E ACCORDI NATO (maggiori informazioni)
FACCIAMO LA NOSTRA PARTE PER FERMARE QUESTA PAZZIA, GRAZIE!

«Tutti tremano davanti alla violenza; tutti hanno cara la vita. Se ci mettiamo al posto di un altro, non dovremmo uccidere, né indurre qualcuno a farlo.» (citazione del Budda Shakyamuni, tratta da "L'empatia è la chiave per i diritti umani")

Armi Italia Export
L'Italia è al primo post nell'export di armi
fonte LINKIESTA
vedi anche: RETE ITALIANA PER IL DISARMO

Il nostro futuro

Non votare per simpatia,
per sentito dire
o partito-filia,

impara a carpire
quel che si nasconde
dietro le menzogne,

oltre le bugie
e le tristi vergogne
di chi s'inchina alle armi,

e agli sporchi soldi
che nascondono verità,
cruente e abominevoli,
che tv mai rivelerà.

(Francesco Galgani, 23 ottobre 2016, www.galgani.it)

Sarebbe opportuno tenere a mente gli ammonimenti di Gandhi, denominati "I sette peccati sociali", in particolare il primo: "politica senza principi, ricchezza senza lavoro, divertimento senza coscienza, conoscenza senza carattere, affari senza moralità, scienza senza umanità, preghiera senza devozione". (fonte NRU)


«Poiché le guerre nascono nella mente degli uomini, è nello spirito degli uomini che devono essere poste le difese della pace»
(dal preambolo alla Costituzione dell'UNESCO)

> LEGGI LA PROPOSTA DI PACE 2016 <

Il 2016 è un anno importante per ripulire i nostri cuori

Amore e Compassione sono l'unica Speranza per questo nostro mondo. Non ci sarà futuro se non ci impegneremo a togliere sofferenza e a dare felicità. L'Amore è essenziale. Ciascuno di noi è essenziale.
E' tutto dentro di noi, tutto dipende da noi: una visione buddista della vita


Così come una madre darebbe la vita per proteggere il proprio figlio, il suo unico figlio, così dovremmo sviluppare un cuore sconfinato per tutti gli esseri. Tutti tremano di fronte alla violenza, a tutti è cara la vita. Anche gli animali soffrono come soffriamo noi, sono creature di questo mondo proprio come noi. Mettendoti nei panni degli altri, non uccidere mai, né sii causa di uccisione.

Le grandi religioni dichiarano la dignità interiore di ogni vita umana e la preziosità di ogni singolo individuo ed esprimono l'empatia verso gli altri come una verità universale, manifestandola in azioni per la salvezza del genere umano.

Cerchiamo di imparare ad Amare: il 2016 è un anno importante per ripulire i nostri cuori.

Auguro a tutti un 2016 pieno di grandi scopi, di vittorie, di ahimsa.

Francesco Galgani, 22 dicembre 2015


Settembre 2015 - Ormai questo blog, riflettendo i miei studi e i miei interessi, nonché il mio impegno sociale su tematiche di vitale importanza, ma spesso taciute dai mass media, è diventato vasto e multitematico, con varie sezioni. Questo fa parte del mio piccolo contributo alla Rete, nel quale sono aiutato e incoraggiato da persone care a me vicine, a cominciare dalla mia amata compagna.

Ciascuno di noi può contribuire alla felicità e al benessere dell'umanità. Ciascuno di noi può essere un Sole, come ho scritto nella pagina "Un insegnamento buddista", che condensa alcune mie riflessioni di vita. Come ho scritto in: "Fare la propria parte per cambiare il mondo", «Uno spot televisivo ideato da un sociologo brasiliano si apre con le immagini di un vasto incendio nella foresta. I grandi animali, i giaguari, le scimmie e altri scappano davanti al fronte del fuoco, ma a un certo punto si vede un minuscolo colibrì che va nella direzione opposta, con il suo beccuccio pieno d’acqua. I grandi animali gli dicono: "Dove corri, c’è l’incendio, scappa via", ma lui risponde: "Io faccio la mia parte". L'idea è proprio questa: fare la propria parte, che non è scritta in alcun posto, ma è la capacità di cogliere quello che la vita ci propone e rispondere. Non ci dobbiamo far paralizzare dal fatto che la realtà è troppo grande per poter essere cambiata».

Il mio invito è ad avere un rapporto il più possibile critico e consapevole con la tecnologia, senza paura di farsi domande o di mettere in discussione il proprio stile di vita. A tal proposito, si veda: "Tecnologia ed Essere Umano: è possibile un rapporto critico e consapevole?".

Io sono un poeta, e più in generale un "compositore sui generis" di tante cose. L'Arte è essenziale, l'Arte è Vita, e dove c'è Vita c'è Arte, e c'è anche Amore. In questo blog, sto creando una Galleria dell'Amore.

Segnalo l'importantissima raccolta firme STOP TTIP.

Altri miei siti sono: www.galgani.it, www.storia-matematica.net, www.massamarittima-toscana.net
Mi occupo anche di: www.circoloculturaleluzi.net, www.utiu-students.net

Francesco Galgani, 27 settembre 2015