Tu sei qui

Fumare rende stupidi: più si fuma, più diminuisce l'intelligenza

Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2014

Il fumo è una genuina sostanza cancerogena, su tutte le confezioni di sigarette e tabacco è scritto "Il fumo uccide" oppure "Il fumo danneggia gravemente la tua salute e quella di chi ti sta vicino", eppure molte persone fumano: già questo fatto sarebbe sufficiente per dubitare di una parte della loro intelligenza, e in effetti, secondo uno studio condotto dallo Sheba Medical Center in Israele, c'è una correlazione tra un calo di intelligenza e l'atto di fumare. Più precisamente, più si fuma e più si abbassa il quoziente intellettivo.

 

Un po' di informazione scientifica... su fumo e intelligenza

Il legame tra Qi e sigarette è stato indagato da Mark Weiser del Sheba Medical Center di Tel Hashomer di New York e pubblicato sulla rivista Addiction. Gli esperti hanno coinvolto nell'indagine 20.211 reclute militari israeliane di 18 anni, il 58% delle quali fumava già al momento di entrare nell'esercito. Tutto il campione è stato sottoposto ai test standard per misurare il quoziente intellettivo ed è emerso che in media i non fumatori raggiungono un valore di 101, chi non riesce a lasciare il pacchetto di 98. E il dato varia anche in funzione del numero di sigarette fumate: da una a cinque bionde al dì il QI medio è di 94, per un pacchetto al giorno è di 90. Gli esperti hanno anche confrontato il livello d’intelligenza di coppie di fratelli di cui solo uno era fumatore, anche in questo caso è emerso un QI più basso per quello col vizio. “Un’ulteriore dimostrazione – scrivono i ricercatori – del fatto che anche con assoluta parità di background socio-economico e di istruzione, chi fuma ha QI più basso”.

Per approfondimenti: http://www.repubblica.it/salute/medicina/2010/02/25/news/l_intelligenza_diminuisce_con_le_sigarette_piu_si_fuma_piu_si_abbassa_il_qi-5584547/

 

Un po' di informazione scientifica... su fumo e cancro

Il rischio di morire di cancro ai polmoni è 22 volte maggiore negli uomini che fumano sigarette e 12 volte nelle donne fumatrici, rispetto ai non fumatori.

Il fumo della sigaretta incrementa il rischio di molti tipi di cancro inclusi i cancri: delle labbra, del cavo orale, della faringe, della laringe, dell'esofago, del pancreas, della cervice uterina, delle vie urinarie e dei reni.

Prima causa di morte nei soggetti maschi, il cancro ai polmoni è sempre più frequente nelle donne. Il tabagismo è il fattore di rischio principale: il 90% dei casi è attribuito al fumo di sigaretta! I primi sintomi della malattia si presentano solo ad uno stadio già avanzato (tosse, difficoltà respiratorie, espettorazioni con sangue); le cure variano in base al tipo di malattia (chirurgiche, radioterapiche, chemioterapiche) e le possibilità di guarigione sono limitate.

Il fumo è il responsabile di 9 casi di tumore ai polmoni su 10!

Per approfondimenti: http://www.unitab.it/cancro.htm

Per una vita per tutti libera dal fumo,
Francesco Galgani,
11 giugno 2014

Classificazione: