Tu sei qui

Terrorismo: chi è causa del suo male, pianga se stesso

Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2015

Si veda anche: Otto linee guida per vincere sul potere delle armi

Nel Vangelo c'è scritto: «Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra»... Eppure c'è un sacco di gente che scaglia la pietra, convinta di non aver peccato...

Dopo la strage a Parigi, tutti i giornali hanno sottolineato che da una parte esistono i buoni e dall'altra esistono i cattivi, che da una parte esistono esseri umani e dall'altra esistono mostri. Si è parlato di "attentato alla democrazia", "attentato alla libertà di opinione", "guerra di civiltà", e simili... ma la domanda "forse abbiamo sbagliato qualcosa?" sembra che non sia stata posta. Dove stiamo andando? "Disconoscere l'altro" e "rifiutare il dialogo" non sono forse le vie dell'odio, della guerra e della morte?

E' possibile un po' di riflessione sulle motivazioni che stanno dietro a tanta violenza?

Io so di non sapere tante cose... le mie sono solo domande. Mi limito a proporre nel video in calce di dieci minuti (fonte) un'informazione alternativa rispetto a quella dei mass media.

Francesco Galgani,
12 gennaio 2015

10 anni di attacchi all'Islam, di Massimo Fini

flashplayer
file
image

 

 

Classificazione: